Utente:  
Password:  
Ricerca:
RASSEGNA STAMPA
giovedì 30 gennaio 2003
INFORTUNI IN CRESCITA DEL 10
giovedì 30 gennaio 2003
LA FENICE SPICCA IL VOLO SENZA ALI
La Fenice pronta a volare a dicembre, ma senza spiegare le sue ali. Il Giorno della Memoria per il teatro veneziano - che ieri celebrava il settimo anniversario dal rogo del 29 gennaio 1996, che lo distrusse in poche ore - è servito per capire che questa volta tornerà davvero, ma dovrà per il momento rinunciare alla piena agibilità dell'Ala Nord e soprattutto dell'Ala Sud, almeno in vista dell'inaugurazione, prevista per il prossimo 14 dicembre. Dovrà quindi attendere almeno un po' soprattutto la Sala Rossi - dai profili neopalladiani che il grande architetto volle, ispirandosi alla basilica vicentina - destinata a spazio per le prove di orchestra e coro, ma anche a nuovo contenitore per concerti.
LA NUOVA VENEZIA
giovedì 30 gennaio 2003
L'ARCHIVIO STORICO LASCIA VIA TORINO
L'archivio storico lascia via Torino. Se ne parla da anni, stavolta dovrebbe essere la volta buona. C'è la data dell'inizio del trasloco (lunedì prossimo, 3 febbraio), c'è la sede alternativa (l'ex istituto Luzzatti in via Silvio Trentin), c'è la ditta specializzata nel trasportare carrelli e documenti. E c'è pure un segno di continuità con il passato, nell'atteso trasferimento «da quell'orribile strada che è via Torino» (parole della responsabile del Sistema bibliotecario comunale, Sonia Finzi): anche la nuova sede sarà provvisoria.
IL GAZZETTINO
giovedì 30 gennaio 2003
MESSA DIRETTA DA MUTI CON CIAMPI IN PLATEA
Venezia Cinque concerti di fila per inaugurare la nuova Fenice. Nel giorno del settimo anniversario dal rogo, il teatro veneziano prepare i programma per la sua rinascita: per l'appuntamento inaugurale di domenica 14 dicembre è previsto un concerto sinfonico-corale (una grande Messa o un Requiem) che vedrà il maestro Riccardo Muti dirigere l'orchestra e il coro della Fenice alla presenza del presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi (che già venne a inaugurare il Malibran nel 2001), ma invitati sono pure il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il presidente della commissione dell'Unione europea Romano Prodi e statisti di mezza Europa come Chirac e Blair, Schroeder e Aznar.
IL GAZZETTINO
mercoledì 29 gennaio 2003
ACTV, TOCCA AGLI ABBONAMENTI
VENEZIA. Dopo il biglietto a un euro, toccherà agli abbonamenti. Nuovi aumenti in vista per le tariffe Actv. I tempi non sono ancora stabiliti, ma la decisione è presa. Prima di giugno, quando il bilancio dovrà essere chiuso e l'azienda divisa in due, i prezzi dovranno essere adeguati.
LA NUOVA VENEZIA
mercoledì 29 gennaio 2003
ASFALTO DRENANTE ALL'ANNO ZERO
MESTRE. Sicurezza stradale, solo l'1 elle strade italiane ha l'asfalto drenante. Lo rivela una inchiesta del mensile «Quattroruote» da cui emerge la posizione dell'Italia come fanalino di coda europeo, visto che la media dei paesi dell'Unione si attesta sul 15
mercoledì 29 gennaio 2003
BUSH FERMA IL COMITATONE
VENEZIA. Berlusconi va da Bush per parlare di guerra all'Iraq. E il Comitatone viene rinviato al 4 febbraio. Una battuta d'arresto che ha colto alla sprovvista Ca' Farsetti. Dove si stava mettendo a punto la strategia per far valere la posizione del Comune sulla salvaguardia.
LA NUOVA VENEZIA
mercoledì 29 gennaio 2003
CATASTO AI COMUNI, CI SIAMO
Dolo (m.b.)«Il Comune di Dolo si sta attivando in vista del passaggio del Catasto ai Comuni?». A chiederlo sono i capogruppo in consiglio comunale di Insieme, Rifondazione Comunista e Lega Nord. «Il 26 febbraio 2004 - spiegano Enzo D'Agostino, Vincenzo Crisafi e Mariola Manzardo - segna il passaggio del Catasto ai comuni.
IL GAZZETTINO
mercoledì 29 gennaio 2003
CHIUSA LA PARTITA DI...
Venezia Chiusa la partita di andata in giunta, il ritorno si giocherà ora in consiglio comunale, dove la delibera dovrebbe essere approvata entro fine febbraio. Il bilancio 2003 è pronto, ma passibile di modifiche dopo il necessario dibattito politico. Le linee guida, comunque, sono chiare e nella tabella a fianco si può vedere cosa dovranno aspettarsi i veneziani (ma anche i turisti) per l'anno che è appena cominciato. Sullo sfondo c'è l'addizionale Irpef dello 0,1 o 0,2 per cento, che verrà decisa in tarda primavera se dalla riunione tra Stato ed enti locali uscirà il via libera alla possibilità di applicazione, a tutt'oggi bloccata dalla legge finanziaria.
IL GAZZETTINO
mercoledì 29 gennaio 2003
GALAN I FONDI PER VENEZIA CI SONO IL COMUNE NON RACCONTI STORIE
VENEZIA. «Per la riunione del Comitatone tutto è già deciso, bisogna solo stabilire la ripartizione dei fondi a disposizione. Ma che nessuno dal Comune o dalla Provincia venga a raccontarmi che non si fa qualcosa a Venezia perché non ci sono i soldi. E' una balla colossale: ci sono tutti quelli che non sono ancora stati spesi. Non c'è una sola cosa che venga anche solo posticipata».
LA NUOVA VENEZIA
mercoledì 29 gennaio 2003
GARA DESERTA, LAVORI FERMI
gi.gim.) Sembrava cosa fatta. Nel settembre del 2001, i lavori di ampliamento della scuola d'infanzia "Giovanni Paolo I" di Marghera parevano a un passo dall'iniziare. Ora si scopre che non solo quei lavori non sono dietro l'angolo, ma che non verranno neppure eseguiti in tempi ragionevoli. La notizia ha sortito l'effetto di una sberla, nel corso di una riunione promossa, lunedì sera, dal dirigente del circolo didattico "Filippo Grimani", Remo Ardu e dal consiglio di circolo alla presenza di amministratori e tecnici della Municipalità e comunali. Ad incassare il colpo e a dar fiato alle proteste, soprattutto insegnanti e genitori della "Giovanni Paolo I", che vedono concretizzarsi i timori dei mesi scorsi, quando avevano chiesto lumi rispetto a lavori, annunciati quasi tre anni fa dal settore Edilizia Scolastica.
IL GAZZETTINO
mercoledì 29 gennaio 2003
I PICCOLI SALVANO GLI APPALTI
ROMA - Sono i piccoli comuni a trainare la crescita del mercato degli appalti nel 2002. La frenata delle 14 aree metropolitane è stata compensata dal buon andamento delle gare promosse dalle altre amministrazioni comunali, tra queste si sono distinte quelle del Sud che hanno fatto registrare l'aumento percentuale più consistente sul 2001: nel complesso lo scorso anno si è chiuso con un segno positivo, con 20.590 bandi per 7.232 milioni di euro, pari a un incremento sia numerico (+22,5
mercoledì 29 gennaio 2003
LA CRISI IN MEDIO ORIENTE...
v.f.) La crisi in Medio Oriente influisce anche sui tempi della salvaguardia della laguna. Mentre il premier Silvio Berlusconi vola dal presidente degli Stati Uniti, George Bush, passando da Londra per incontrare Tony Blair, salta la riunione del Comitatone già fissata per domani a Roma. E l'annuncio viene subito accolto con un certo sospetto: «Speriamo che il rinvio del Comitatone non sia un anticipo del suo affossamento», ha commentato la parlamentare verde Luana Zanella: «Questa struttura, delegata dalla legislazione speciale a prendere decisione in merito alla salvaguardia di Venezia è stata sistematicamente boicottata a colpi di delibere Cipe. Attendiamo almeno di sapere quale sia la nuova data della sua convocazione».
IL GAZZETTINO
mercoledì 29 gennaio 2003
SALVAGUARDIA, RINVIO SUI FANGHI AI TENERI
VENEZIA. Via libera a una pioggia di nuove antenne per la telefonia cellulare e alla difesa dalle acque alte dell'isola di Sant'Erasmo, ma nessuna decisione sui fanghi dei canali industriali che - secondo il progetto presentato dal Magistrato alle Acque - dovrebbero essere trasferiti nella cassa di colmata D-E, nelle vicinanze del lago dei Teneri. Sono le novità principali della riunione della Commissione di Salvaguardia che si è tenuta ieri mattina a Palazzo Linetti.
LA NUOVA VENEZIA
mercoledì 29 gennaio 2003
SETTE OBIEZIONI UE ALLA NUOVA MERLONI
ROMA - L'Italia potrà godere di una proroga di due mesi, fino a fine aprile, per rispondere alle osservazioni della commissione Ue sulla riforma della legge quadro in materia di lavori pubblici, la cosiddetta legge Merloni (109/94). È quanto è emerso dalla "riunione pacchetto" che si è tenuta alla fine della scorsa settimana tra i rappresentanti della commissione e quelli del dicastero delle Politiche comunitarie. Sono sette i capi contestati alla legge 166/2002, con cui il Governo e l'attuale maggioranza parlamentare hanno modificato le regole sugli appalti lo scorso luglio.
IL SOLE 24 ORE
mercoledì 29 gennaio 2003
SIAMO I PIU' CARI IN ITALIA
VENEZIA. Crescono generi alimentari, visite mediche e l'aperitivo al bar, calano i biglietti della partita di calcio, personal computer e biglietti aerei. Sono questi alcuni dei dati emersi dalla statistica annuale dei prezzi al consumo registrati nel comune di Venezia che ieri ha ottenuto anche il triste primato di città con la maggiore inflazione d'Italia. Dalle città campione dell'Istat spicca così, a fronte della variazione tendenziale nazionale pari al +2,7
martedì 28 gennaio 2003
PONTE DELLA CREA NUOVO SERVOSCALA
VENEZIA. Un nuovo servoscala per il ponte della Crea, al posto dell'attuale passerella provvisoria. L'ha ordinato l'assessore ai Lavori pubblici Marco Corsini, per prendere il posto di quello precedente, che non ha mai funzionato.
LA NUOVA VENEZIA
SELEZIONE PERIODO:
 2020 | 2019 | 2018 | 2017 | 2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002 
Perché associarsi?
per trovare le informazioni, la consulenza e l’assistenza di cui hai bisogno.
Associazione Costruttori Edili ed Affini di Venezia e area metropolitana
Palazzo Sandi - S.Marco 3870 - Tel. 041.5208988 (8 linee r.a.) - Fax 041.5208389 - C.F.: 80009700271 - Mail info@ancevenezia.it
www.ancevenezia.itPrivacy
Associazione Costruttori Edili ed Affini di Venezia e area metropolitana
Palazzo Sandi - S.Marco 3870 - Tel. 041.5208988 (8 linee r.a.) - Fax 041.5208389 - C.F.: 80009700271 - Mail info@ancevenezia.it
www.ancevenezia.it
34.231.21.83---=